Zuppa inglese o tiramisù?

Io non scrivo trattati. Quelli li lascio agli esperti tuttologi  benaltristi che sprezzanti del pericolo, spaziando dallo stuzzicadenti alla petroliera, saranno in grado di rivelarvi LA verità.

Scrivo di sentimenti, emozioni, stati d’animo suscitati da quello che osservo intorno a me.

Ho amiche e amici eterosessuali , gay e transessuali e sapete quando me ne accorgo? Quando qualcuno di loro viene chiamato frocio di merda, quando qualcuno dice che sono malati.

E di tanti e tante sinceramente so solo che sono persone.

Perché non mi chiedo qual è il loro orientamento sessuale più di quanto mi chieda se preferiscano la zuppa inglese o il tiramisù.

Perché questo bisogno feroce di giudicare le vite altrui? Perché non investire il tempo che impiegate a giudicare senza capire, per migliorare le vostre vite e il vostro comprendonio?

E’ proprio indispensabile sindacare su cose che non vi riguardano e che spesso conoscete solo in modo superficiale e bigotto?

Io non mi sono mai sentita chiamare eterosessuale di merda e non venitemi a dire: logico, eterosessuale è normale, frocio è peccato.

Perché non c’è nulla di più anormale del peccato.

Non c’è nulla di più anormale delle verità assolute attraverso cui pretendere di regolare le vite degli altri.

Non c’è nulla di più anormale che sentirsi forti attraverso la discriminazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...