Al diavolo la festa

Immagine

Da giorni ci martellano col marketing ipocrita della festa della mamma che ha come sottotitolo uno dei tanti stereotipi in cui ci vogliono relegare.

Mentre il femminicidio continua a fare strage nelle belle famiglie italiane senza che nessuna istituzione si faccia seriamente carico di affrontare il dramma, mentre fior di alti prelati dicono che se mettiamo la minigonna lo stupro ce lo siamo andate a cercare, mentre le donne continuano a subire discriminazioni sul lavoro, si organizza la marcia per la vita per negare un diritto sancito da una legge dello stato già ampiamente disattesa.

La nostra Costituzione sancisce con l’art. 21 la libertà di parola e di pensiero e vorrei soffermarmi un attimo sulla parola libertà.

Cari marciatori, siete certo liberi di dissentire dalla 194 non avvalendovene, non siete liberi di imporre la vostra volontà agli altri. E’ stato fatto un referendum, ha stabilito il consenso dei votanti verso questa legge, punto. E sottolineo punto.

Tenetevi la vostra religione, praticatela, la Costituzione sancisce anche questo, ma non pretendete che diventi legge.

E agli obiettori di coscienza vorrei dire che sono liberi di praticarla nelle cliniche private, nelle strutture pubbliche applichino le leggi dello stato.

Già sento il facile appunto che la 194 prevede l’obiezione. Questa possibilità è il segno della vera laicità di questa legge, del suo spirito non impositivo come invece vogliono far credere i benpensanti. Perché i legislatori hanno pensato anche a chi, già specializzato in ginecologia all’entrata in vigore della legge, si potesse trovare in contrasto con i suoi sentimenti religiosi.

Ma oggi no, oggi davvero no. La legge è in vigore dal 1978, confermata da referendum nel 1981, avete avuto tutto il tempo di specializzarvi in gastroenterologia.

 

#save194

Annunci

One thought on “Al diavolo la festa

  1. Pingback: Aborto: ancora non si rassegnano. | Un Pizzico di Salis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...